Girolomoni Ci sono 8 prodotti.

Una selezione di pasta biologica certificata made in Italy prodotta da grani pregiati senza l’uso di sostanze chimiche di sintesi.

pastificio girolomoni

BIOLOGICO

“Per noi mangiare non è soltanto trasformare e cuocere il cibo – diceva Gino Girolomoni -, è molto di più. È anche amicizia, fraternità, bellezza, spiritualità, compagnia”. È con questa consapevolezza che rientra la scelta di produrre in modo biologico, senza l’uso di sostanze chimiche di sintesi in ogni fase della coltivazione dei prodotti Girolomoni, passando per la conservazione e la trasformazione. Per l'agricoltura biologica la terra non è un supporto inerte, ma un organismo vivente che come tale va rispettato. Per questo il problema della fertilità è affrontato solo con concimazioni organiche e quello delle erbe infestanti con la rotazione delle colture. Il grano raccolto, per produrre la nostra pasta biologica 100% italiana, viene controllato e collocato nei silos di stoccaggio, precedentemente puliti e trattati con una polvere di alghe fossili e biossido di silicio che uccide gli insetti per disidratazione. Il prodotto viene mosso e arieggiato fin verso la fine di settembre, controllando la temperatura: questo, infatti, è il periodo in cui calore e umidità in eccesso possono creare muffe, germinazioni e infestazioni di insetti, tutte situazioni che possono mettere a rischio il buon mantenimento dei cereali. All'attività produttiva si è sempre affiancata, nella Cooperativa, una politica di qualità e ricerca che ha creato negli anni quell'immagine di serietà che caratterizza i suoi prodotti, commercializzati prima con il marchio Alce Nero, poi con il marchio Montebello® ed oggi con il marchio Girolomoni®.

SOSTENIBILITÀ

In che senso Girolomoni® va “oltre il biologico”? Nel senso di essere una realtà animata fin dall'inizio da un amore autentico per la terra, da un profondo rispetto per le persone che la abitano, restando all'avanguardia nelle scelte, a favore della qualità della vita e dell’ambiente, con un tipo di agricoltura sostenibile. Oltre a praticare un metodo di agricoltura che non prevede l’uso di sostanze chimiche di sintesi, nella collina di Montebello, si promuovono comportamenti sostenibili all'interno dei propri luoghi di lavoro, senza mancare di interagire costantemente con i propri interlocutori (clienti, soci, fornitori, dipendenti, media, comunità locali, ecc.). Si utilizza solamente energia elettrica da fonti rinnovabili: una parte è autoprodotta da un impianto fotovoltaico ed eolico, mentre il restante fabbisogno energetico è coperto da “100% energia pulita Dolomiti Energia”, la fornitura di energia prodotta dalla potenza dell’acqua che alimenta le centrali idroelettriche delle nostre Dolomiti. Solo energia italiana con origine tracciata e garantita dal Gestore del Sistema Elettrico. Finendo per rappresentare, fin dagli anni ’70, un punto forte di promozione dell’economia locale, della ripresa cioè, dell’attività agricola, economica e culturale, in un luogo destinato al completo abbandono.

LA FONDAZIONE

La Fondazione culturale Girolomoni che oggi prende il nome del suo fondatore, Gino Girolomoni, è stata fondata nel 1996 con il nome di Fondazione Alce Nero. Il suo scopo primario è la conservazione e l’archiviazione degli scritti, dei documenti e la salvaguardia del patrimonio librario lasciato da Gino Girolomoni, nonché la divulgazione del suo pensiero, la prosecuzione degli eventi culturali da lui avviati e la valorizzazione dei luoghi in cui la vita ed il paesaggio agrario, grazie a lui e alla moglie Tullia Romani, hanno ritrovato significato e potenzialità economiche. Uno degli impegni primari è la pubblicazione della rivista Mediterraneo Dossier che raccoglie e divulga il pensiero della realtà avviata da Girolomoni toccando temi come la spiritualità, il biologico, l’attualità e altro ancora. La Fondazione trova sede presso il Monastero di Montebello, tra Urbino e Isola del Piano, nella provincia di Pesaro-Urbino.