Chicza Ci sono 5 prodotti.

Una linea di chewing gum 100% biodegradabili e certificate biologiche, oltre ad essere gluten-free, completamente vegetale.

Se ami mettere al primo posto la qualità degli ingredienti, se in un prodotto cerchi il giusto connubio tra gusto e salute e tra innovazione e tradizione, se leggi sempre l’etichetta della confezione con la convinzione che sia importante, allora hai trovato la gomma da masticare che fa per te! Chicza è Una linea di chewing gum 100% biodegradabili e certificate biologiche, oltre ad essere gluten-free, completamente vegetale.che fa tornare il sorriso alle famiglie dei bambini Chicleros e che non fa male al proprio organismo. La parola “Chicza” deriva dall’albero in cui viene estratto il chicle per produrla, Chicozapote. Questi alberi possono raggiungere i 30mt di altezza e si trovano nella II° foresta al mondo per estensione, il Gran Peten. Questa foresta è grande 4 volte la superficie della nostra penisola ed è considerata il secondo polmone verde al mondo dopo la foresta Amazzonica. Uno studio congiunto Comieco/GMI (Green Management Institute), volto a evidenziare prodotti che potrebbero cambiare la salvaguardia ambientale e la gestione dei rifiuti, ha voluto rimarcare le virtù del progetto Chicza, producendo questo interessante documento. Come vedete dall’autorevole studio, oltre agli evidenti vantaggi ambientali, accanto alla questione dello smaltimento dei chewing-gum è legata una considerazione economica molto stringente. Un chewing-gum biodegradabile ed ecologico come Chicza permetterebbe di risparmiare tantissimi soldi pubblici, che ad oggi vengono sprecati per pulire i residui delle gomme chimiche da marciapiedi, monumenti, strade e piazze. Ricordiamo infatti gli ingredienti 100% Bio di Chicza: Gomma base biologica; Succo biologico di canna da zucchero evaporato in polvere; Glucosio biologico; Sciroppo biologico di Agave; Aromi biologici di Menta, Cedro, Menta Verde, Cannella e Frutti Rossi Tropicali.

COME VIENE PRODOTTA CHICZA?

Tutto inizia con l’estrazione del chicle grezzo nella foresta del Gran Peten fino ad arrivare alla produzione nell’unico stabilimento al mondo in grado di crearla in maniera totalmente eco-sostenibile situato nella cittadina di Chetumal, Quintana Roo, Messico. Il chicle viene estratto attraverso delle incisioni a Z fatte con un machete sulla corteccia senza danneggiare in alcun modo la pianta stessa che poi, una volta “spremuta”, viene lasciata riposare per 5-6 anni. Ogni albero può garantire dai 3 ai 5 kg di lattice prima del raccolto successivo assicurando la piena protezione della foresta ed un chicle sempre fresco e genuino. Scendendo la linfa riempie lentamente le borse messe appositamente alla base dell’albero. Una volta ritirata il mattino seguente, la borsa piena di lattice viene portata in un Campo Chiclero in cui 2-3 Chicleros si accingono a cuocerlo lentamente girando l’impasto, che si fa sempre più denso, con un bastone resistente chiamato“Chasmol”. Appena è denso al punto giusto viene modellato in delle “marquetas” rettangolari, identificate da appositi contrassegni FSC (Forest Stewardship Council) che parlano addirittura dell’identità del chicle e della posizione esatta della pianta. Pochi prodotti nel mondo offrono una rintracciabilità così accurata! Lo step successivo è la vendita al peso dei mattoncini rettangolari di puro chicle al Consorzio Chiclero, in Chetumal, Quintana Roo. I Chicleros oggi riescono a guadagnare ben 6 volte in più rispetto al passato in cui venivano sfruttati dalle multinazionali. Ogni forma di chicle viene ispezionata e controllata per verificarne la compattezza e la genuinità affinchè si possa garantire la massima efficienza nella produzione ed un’altissima qualità al consumatore. Da qui parte il processo produttivo all’interno dello stabilimento; il chicle si fonde con cere naturali, prima che diventi la base per la gomma. Ancora calda, la base di gomma naturale viene mescolata con edulcoranti organici e dolcificata con lo sciroppo biologico d’Agave, a basso indice glicemico. Infine vengono aggiunti solamente aromi naturali e certificati biologici. Semplice come sembra, utilizzando solo ingredienti esclusivamente naturali, il prodotto che ne risulta è una rara eccezione nel mondo delle gomme da masticare, invase da ingredienti chimici e tracce animali. I chewing-gum tradizionali comunemente disponibili, sono composti da circa il 5% di gomma base naturale, se non del tutto privi! Il resto del prodotto è artificiale, e fatto da benzina a base di polimeri (in poche parole “plastica”). Si tratta di una piccolissima percentuale rispetto al chewing-gum Chicza che ne contiene oltre il 40%! Il risultato del duro lavoro dei Chicleros Messicani è un prodotto del tutto eccellente: alta qualità, intenso aroma naturale, Biodegradabile e certificato al 100% Biologico, Vegetale e privo di qualsiasi tipo di additivo chimico. Questa è la vera chiave del successo di Chicza; un prodotto a sostegno della salvaguardia ambientale capace di mantenere,in maniera auto-sostenibile, l’interà comunità dei Chicleros, i veri guardiani della foresta Maya!

I CHICLEROS

I Chicleros sono definiti i veri Guardiani della Selva Maya proprio perché grazie alla loro attività riescono a proteggere la seconda foresta tropicale più grande del continente dopo quella Amazzonica, composta dalle foreste del sud del Messico e dell’America centrale. Fin dalla prima metà del XX secolo, spinti dalla crescente popolarità e richiesta di gomma da masticare, le cooperative del chicle si sono ampliate e consolidate. Sono sopravvissute anche al tentativo di controllo politico che ha tentato di porre fine in Messico alle cooperative agricole negli anni settanta e, non solo sono rimaste indipendenti, ma si sono fatte più forti e meglio organizzate. Così, nel nuovo millennio hanno costituito il Consorzio Chiclero che tra i suoi obiettivi primari ha previsto di avviare un progetto antico e caro: sviluppare la capacità di trasformare la gomma da un prodotto grezzo in un prodotto finito. Cinque anni più tardi è arrivata sul mercato Chicza, la prima gomma da masticare certificata al 100% naturale e biodegradabile, frutto dello spirito imprenditoriale, della solidarietà e della perseveranza dei soci della cooperativa. Con le pratiche sostenibili nella coltivazione e lo sfruttamento eco-sostenibile dell’albero della gomma, i produttori hanno contribuito alla conservazione della giungla messicana nella penisola dello Yucatan, che ospita la cultura Maya, la casa del giaguaro e uno degli ecosistemi più ricchi e vari di biodiversità del pianeta! Negli stati messicani di Quintana Roo, Campeche e Yucatan, le foreste tropicali sono sopravvissute e prosperate fino a coprire 1,3 milioni di ettari di oggi, rispetto ad altre regioni del paese in cui l’80% delle foreste originali sono andate perdute a causa del taglio degli alberi, per l’allevamento del bestiame e il lavoro agricolo in pieno contrasto con questo ecosistema. L'esuberanza di queste foreste smonta la tesi che afferma che la conservazione e la preservazione ambientale sia dovuta all’assenza dell’uomo. Quando le comunità sono consapevoli dell’importanza della protezione ambientale come fonte di ricchezza e realizzano una gestione sostenibile delle attività economiche, non solo si arriva a vivere in armonia con la natura ma le comunità stesse sono le prime a salvaguardare le proprie risorse. E’ proprio il caso degli abitanti di questi foreste che producono gomma, che per oltre un secolo hanno vissuto con l’estrazione del lattice dall’albero Sapodilla venendo sfruttati dalle multinazionali del petrolio. Quest’ultime li hanno abbandonati preferendo i derivati del petrolio lasciandoli con un’economia distrutta. E da oggi ha inizio la rivincita della cultura Maya in tutto il mondo!