Prodotti per Bambini

Scopri la selezione di Prodotti Biologici per Bambini pensati per una loro nutrizione sana e bilanciata fin da piccoli

Fin dalla più tenera età, l'alimentazione riveste un ruolo di essenziale importanza per un corretto apporto nutrizionale, funzionale ed un equilibrato sviluppo corporeo. Scegliere prodotti per bambini biologici e salutari rappre...

Scopri la selezione di Prodotti Biologici per Bambini pensati per una loro nutrizione sana e bilanciata fin da piccoli

Fin dalla più tenera età, l'alimentazione riveste un ruolo di essenziale importanza per un corretto apporto nutrizionale, funzionale ed un equilibrato sviluppo corporeo. Scegliere prodotti per bambini biologici e salutari rappresenta un atto di responsabilità per l'ambiente, per i più piccoli e per il loro futuro. Per il benessere del proprio bambino è necessario mirare sempre alla qualità ed alla genuinità degli alimenti, per cui un'attenta analisi a tutto ciò che proponiamo soprattutto nella delicatissima fase dello svezzamento può aiutarci ad indirizzarci al meglio verso scelte alimentari responsabili e consapevoli, scongiurando il manifestarsi di prime avvisaglie di fenomeni allergici. Tra le diverse pappe per neonati e per lo svezzamento ricordiamo i prodotti di eccellente qualità di Holle, brand prestigioso che produce con cura e amore alimenti destinati ai più piccoli per darti la garanzia di un pasto sicuro e salutare. La nascita di una nuova vita è una grande fortuna e un evento meraviglioso. Molte cose cambiano, tanti bei momenti in arrivo ma anche una serie di compiti di grande responsabilità. Ogni mamma vuole il meglio per il suo bebè ed in nessun altro periodo come nel primo anno di vita del bambino l'alimentazione assume un'importanza tanto essenziale e decisiva per il futuro. Allattando, una mamma è sicura di fare la cosa giusta per il suo bambino, perché il latte materno è il nutrimento ideale per il bebè: rafforza il sistema immunitario e supporta lo sviluppo del bambino. L’Organizzazione mondiale della sanità raccomanda di nutrire i bebè esclusivamente con latte materno per i primi sei mesi dopo la nascita. In seguito si accompagnano all'allattamento al seno le prime pappe, con formule bilanciate, studiate in funzione dell'età del bebè. Per il benessere del bambino, Holle mette sempre la qualità e la genuinità al primo posto nella produzione dei suoi alimenti. Per questa ragione i prodotti per bebè Holle provengono dalla migliore agricoltura biologica e pongono così le basi per un'alimentazione sana "fin al principio" – da più di 80 anni. Gli alimenti a base di latte Holle sono stati realizzati facendo preciso riferimento al latte materno. Se la mamma non allatta o non allatta più, rappresentano un'ottima alternativa per l’alimentazione del lattante. Il Latte per lattanti 1 bio risponde perfettamente alle esigenze dei lattanti e contiene tutte le sostanze nutritive di cui un bebè ha bisogno durante i primi sei mesi di vita. Il latte utilizzato proviene da mucche allevate in fattorie biodinamiche. Analisi accurate e la qualità genuina del latte Demeter costituiscono una base affidabile per un alimentazione sana e gustosa dal biberon. Il Latte per lattanti 1 bio può essere utilizzato fin dalla nascita per nutrire il bebè solo dal biberon oppure come aggiunta all’allattamento al seno o dopo l’allattamento fino al passaggio alle prime pappe. Durante lo svezzamento il Latte per lattanti 1 bio è ideale come aggiunta. Il momento dello svezzamento oppure quello del passaggio dal Latte per Lattanti 1 bio a un latte di proseguimento dipende molto dalle esigenze individuali del vostro bambino. Se il bambino dimostra di essere sazio e soddisfatto, potete proseguire con il latte abituale. Dopo il sesto mese e se avete cominciato a dare al vostro bambino cibi solidi, è possibile passare senza problemi al Latte di proseguimento 2 bio. Il latte di proseguimento fa parte di un’alimentazione mista che comprende il biberon e le pappe e non deve essere utilizzato come nutrimento esclusivo. Per le accresciute esigenze nutritive dei bebè, a partire dal decimo mese è adatto il Latte di proseguimento 3 bio. Anche nell’ambito dell’alimentazione familiare è consigliabile, dall’anno di età in poi, proseguire con il Latte di crescita 4 bio. In questo modo il vostro bambino disporrà sempre della quantità ottimale di proteine e sostanze nutritive. Il passaggio alle pappe avviene di pari passo con il graduale abbandono dell’allattamento, solitamente intorno al sesto mese. Ogni bambino è differente per cui non esiste il momento perfetto per cominciare con le prime pappe. Alcuni bebè manifestano desiderio di alimenti solidi già a cinque mesi, altri solo a sette oppure otto. L’importante è che la mamma presti attenzione alle esigenze del bebè, oltre che alle proprie. Ogni bambino è diverso dall’altro e sa perfettamente quali alimenti gradisce e quando. Prestate attenzione alle reazioni del vostro bambino quando lo nutrite. Sarete così in grado di preparare il piano nutrizionale ideale. La prima pappa è un grande passo avanti per il vostro bebè. Mangiare diventa un’esperienza nuova, il bambino prova nuovi sapori e mostranuove reazioni per questi alimenti diversi. Prendetevi il tempo necessario per introdurre gradualmente le prime pappe e date tempo al vostro bambino. Pochi cucchiai all’inizio sono più che sufficienti. Di solito un lattante ha bisogno di una settimana per abituarsi ai nuovi alimenti. Lasciando qualche tempo tra l’introduzione di nuovi alimenti, è possibile riconoscere oppure osservare in modo attendibile eventuali intolleranze e allergie, e come i nuovi ingredienti agiscono sulla digestione e sulla solidità delle feci del vostro bebè. Potete reagire velocemente, se necessario, ed eventualmente utilizzare altri alimenti. Le pappe sostituiscono gradualmente l’allattamento al seno o il biberon. Date al vostro bebè i primi cucchiai di pappa di verdura a mezzogiorno, prima dell’allattamento. Aumentate poco a poco la quantità finché l’intero pasto è costituito dalla pappa. Nel corso dei mesi successivi è possibile sostituire anche i pasti serali e del pomeriggio con le pappe preparate con il latte e la frutta. Il primo pasto non liquido deve essere la pappa di verdura. Iniziare con una pappa di carote è ideale: è delicata, molto digeribile e leggermente dolce (in alternativa la pastinaca o la zucca). Cominciate con pochi cucchiai e aumentate poco alla volta la quantità. Se la pappa con le carote viene ben tollerata, dopo qualche giorno è possibile aggiungere alle carote anche le patate offrendo al bambino un vero e proprio pasto. In seguito potete aggiungere alla pappa di verdura e patate, una o due volte la settimana, della purea di carne. Il passo successivo è la sostituzione dell’allattamento/del pasto con il biberon del pomeriggio/della sera con una pappa lattea. Questa pappa lattea viene preparata con le pappe ai cereali Holle e latte intero fresco con l’aggiunta di succo di frutta ricco di vitamina C. Se non volete utilizzare il latte fresco, potete preparare la pappa lattea anche con i alimenti a base di latte bio Holle oppure con latte materno. Come terza pappa viene introdotta la pappa con frutta, priva di latte. Questa sostituisce l'allattamento/il biberon del pomeriggio e la pappa lattea viene riservata per la sera. Dapprima è consigliabile utilizzare frutti dal gusto delicato, come la mela, la pera e la banana. Per la preparazione mescolare le pappe ai cereali Holle con purea di frutta fresca o con un omogeneizzato. A partire dall'ottavo mese all'incirca il bebè è in grado di assumere alimenti più consistenti. È possibile offrire pappe che contengano anche pezzettini di frutta o di verdura. Questa modifica favorisce lo sviluppo della masticazione nel bambino. Dal compimento del primo anno di vita del bebè e successivamente avviene il passaggio graduale all’alimentazione familiare generica e i cibi diventano sempre più consistenti. Offrite al bambino alimenti digeribili e usate con moderazione le spezie. Prima di aggiungere agli alimenti per il consumo familiare lo zucchero, il sale o le spezie, preparate a parte la porzione per il vostro bambino. Ogni pasto con alimenti solidi sostituisce la poppata al seno/con il biberon. Se, come consigliato, avete allattato al seno il vostro bambino fino al sesto mese, le età indicate nello schema tendono a spostarsi in avanti. I mesi indicati rappresentano il primo momento possibile per l’introduzione delle prime pappe. A seconda dello sviluppo del vostro bambino tutte le fasi potrebbero ritardare di uno o due mesi. Sono pertanto possibili e naturali variazioni rispetto a questo programma. Dal compimento del primo anno di vita del del bebè e successivamente, avviene il passaggio graduale all'alimentazione familiare. La maggior parte dei bambini ha già i denti ed è in grado, oltre al latte e alle pappe, di provare gli alimenti consumati normalmente in famiglia. Nei primi tempi prestate particolare attenzione alla salubrità degli alimenti: evitate alimenti che provochino gonfiore addominale, molto grassi o speziati. A questo scopo preparate una porzione separata per il vostro bambino. Durante il graduale passaggio all'alimentazione familiare la pappa mattutina e serale possono essere dimezzate. Potete offrire al vostro bambino del pane spalmato di burro con frutta o verdura. In seguito si elimina completamente la pappa. Il pasto di mezzogiorno deve essere composto da verdure e patate/riso/pasta. La carne e il pesce sono facoltativi. Gradualmente il vostro bambino si abitua all'alimentazione familiare completa e impara a mangiare da solo. Può sembrare sorprendente, tuttavia è auspicabile far provare ai bebè alimenti con potenziale allergenico. In questo modo si allena e si rafforza precocemente il sistema immunitario. Allo stato delle conoscenze attuali, è vantaggioso persino per i lattanti a rischio di allergie. Dall’inizio del quinto mese, dunque, è consentito introdurre gradualmente nel piano nutrizionale, e a seconda delle esigenze del bebè, latte vaccino, pesce e uova. Anche per bambini allattati al seno e a rischio di allergie, si dovrebbe introdurre il latte vaccino in piccole quantità nella pappa lattea serale. Si parla di allergia alimentare quando sussiste una ipersensibilità del sistema immunitario umano nei confronti delle proteine contenute in determinati alimenti. Le proteine che causano allergie sono note anche con il termine di allergeni. Poiché i diversi alimenti contengono proteine di vario genere, le reazioni allergiche avvengono in modo molto specifico, solo dopo il contatto con un determinato alimento o con una sostanza. Altre intolleranze, invece, non coinvolgono il sistema immunitario, ad es. l’intolleranza al lattosio oppure al glutine. Nei lattanti i sintomi si manifestano soprattutto a livello dell’epidermide e nel tratto gastrointestinale. La pelle si presenta secca, a squame oppure essudante, con fastidiosi pruriti o arrossamenti e pustole; la pelle del sederino è arrossata. Anche episodi di vomito, diarrea e sangue nelle feci dopo aver assunto determinati alimenti sono segnali che potrebbero far pensare a un’allergia. Il latte materno è l’alimento maggiormente indicato per la prevenzione delle allergie nel lattante. Nelle prime ore dopo la nascita il latte è particolarmente ricco di sostanze immunitarie e favorisce la formazione di anticorpi nel bambino - si tratta per così dire della prima vaccinazione per via orale. Il latte materno è in tutto e per tutto adeguato alle esigenze del lattante e fornisce tutte le sostanze nutritive di cui ha bisogno il bebè. Intolleranze al latte materno si verificano solo molto raramente. L’allattamento esclusivo protegge il bambino. Evitando la somministrazione di latte di provenienza esterna si esclude il contatto precoce con possibili allergeni, come il latte vaccino o la soja. Anche dopo l’introduzione dei primi alimenti solidi, è possibile e anzi è consigliato proseguire con l’allattamento. Insieme al latte materno vengono tollerati più facilmente nuovi alimenti solidi. Questo è valido anche per il glutine, un componente proteico che fa parte della maggior parte dei cereali. Pertanto è un’ottima consuetudine preparare la pappa lattea ai cereali con il latte materno e in generale, mantenere, durante lo svezzamento, ancora 1-3 poppate al seno. Volendo seguire dei consigli per un’alimentazione ipoallergenica possiamo ricordare quanto segue: abituare gradualmente il bambino al cibo solido, riconoscere con certezza eventuali intolleranze o allergie. Di norma è consigliabile introdurre un nuovo alimento per settimana e sostituire solo una poppata al seno con una nuova pappa ogni mese. Con la corretta scelta degli alimenti solidi è possibile condurre efficacemente la profilassi allergologica in abbinamento con il latte materno. Come primi alimenti solidi sono particolarmente adatte la verdura e la frutta cotte, che provocano allergie in misura molto minore rispetto alle verdure crude. Per la fase immediatamente successiva sono particolarmente adatte le pappe monocereale vale a dire con un solo cereale. La pappa al miglio priva di glutine, ad esempio, può essere preparata con frutta e verdura per un pasto privo di latte. Ottima è la combinazione di cereali e latte materno per preparare la pappa lattea con i cereali. L'intolleranza al glutine non è una vera e propria allergia in quanto non sono interessate reazioni del sistema immunitario. I sintomi della cosiddetta celiachia, tuttavia, possono essere comunque altrettanto severi. Se sussiste un’incompatibilità al glutine, è necessario limitare gli alimenti, escludendo totalmente i cereali e i prodotti nei quali il glutine è contenuto. Il rischio di sviluppare una celiachia nel bebè si riduce quando ci si attiene alle seguenti regole: primo contatto con il glutine solo al quarto mese compiuto; prima somministrazione del glutine dal quinto-settimo mese (svezzamento con alimenti solidi); cominciare con piccole quantità di cereali contenenti glutine, poi aumentare gradualmente; introdurre il glutine preferibilmente ancora durante l'allattamento. Altri alimenti a cui si dovrebbe rinunciare nel primo anno di vita sono le noccioline, la soja, i frutti di mare, il miele, i dolciumi, la cioccolata, le spezie ed il sale. Scopri di più sul brand Holle

Di Più

Prodotti per Bambini 

Ci sono 16 prodotti.
shopping_cart

Latte in Polvere Biologico - Latte di Proseguimento 2 600 G Holle

11,90 €
IN RIASSORTIMENTO
shopping_cart

Latte in Polvere Biologico - Latte per Lattanti 1 400 G Holle

8,40 €
IN RIASSORTIMENTO

Crema di Frutta Biologica - Naturello alla Mela 200 G Achillea

2,15 €
DISPONIBILE

Crema alla Frutta Biologica - Naturello alla Pera 200 G Achillea

2,15 €
DISPONIBILE

Crema alla Frutta - Naturello alla Pera e Banana 200 G Achillea

2,15 €
DISPONIBILE

Crema di Frutta Biologica - Naturello alla Prugna 200 G Achillea 

2,15 €
DISPONIBILE

Omogeneizzati Biologici - Omogeneizzato Frutta Mista 160 G Alce Nero

2,15 €
DISPONIBILE

Omogeneizzati Biologici - Omogeneizzato Legumi e Verdure 160 G Alce Nero

2,30 €
DISPONIBILE
shopping_cart

Omogeneizzati Biologici - Omogeneizzato Verdure Miste 160 G Alce Nero

2,15 €
IN RIASSORTIMENTO

Pappe Biologiche - Pappa ai 3 Cereali 250 G Holle

4,40 €
DISPONIBILE

Pappe Biologiche - Pappa ai Fiocchi d'Avena 250 G Holle

4,20 €
DISPONIBILE
shopping_cart

Pappe Biologiche - Pappa al Farro 250 G Holle

4,20 €
IN RIASSORTIMENTO

Pappe Biologiche - Pappa al Miglio 250 G Holle

4,40 €
DISPONIBILE

Pappe Biologiche - Pappa al Riso 250 G Holle

4,40 €
DISPONIBILE

Pappe Biologiche - Pappa al Semolino 250 G Holle

4,20 €
DISPONIBILE

Pappe Biologiche - Pappa Mais e Tapioca 250 G Holle

4,20 €
DISPONIBILE
1 - 16 di 16 prodotti.